Analisi scientifiche sui beni culturali

A cosa servono le analisi scientifiche sui beni culturali? Le analisi hanno lo scopo principale di aumentare le conoscenze obbiettive che abbiamo di un'opera d'arte. Possono essere di supporto ad una attribuzione oppure ad una datazione, d'aiuto per determinare il grado di ritocco di un dipinto, verificare l'integrità del supporto ligneo oppure per scoprire la presenza di un dipinto sottostante la superficie visibile forse più prezioso di questo. Al termine delle analisi si conosce realmente l'opera che si ha di fronte.

Cosa si intende per sistemi di analisi portatili? Il sistema di misura viene portato nel luogo in cui si trova l'opera d'arte. In questo modo l'opera non subisce stress da trasporto e non ci sono problemi di sicurezza.

Quanto tempo si impiega ad avere i risultati delle analisi scientifiche? Se si esclude la radiografia X che per ovvie ragioni necessita dello sviluppo di una lastra radiografica, tutte le altre analisi hanno una risposta immediata.

Quanto costano le analisi scientifiche non distruttive portatili? Lo sviluppo della scienza e della tecnologia hanno permesso di contenere il costo di ogni misura. Le analisi sono certamente alla portata di tutti.

Perché non distruttivo? Fare analisi non distruttive vuol dire non intervenire sull'opera sotto esame prelevando campioni o modificandone la struttura e quindi mantenerla nella sua integrità ed il suo valore.

Quali sono le analisi non distruttive per dipinti (su qualunque supporto) e metalli (preziosi e non)? Le analisi non distruttive portatili che usiamo sono: Fluorescenza UV Riflettografia digitale in bianco nero ed in falso colore Radiografia X Fluorescenza X in dispersione di energia (EDXRF) IACS (omogeneità della lega) Spessore patina Colorimetria

Categoria: